Antonella Laganà - Quasar immagine di copertina

Antonella Laganà

Quasar


Antonella Laganà è calabrese di sangue, infatti è nata a Reggio Calabria, ma è toscana di adozione.
Fin dall’adolescenza si è espressa con la pittura e la poesia.
A due anni mezzo il padre Francesco, medico e poeta, e la madre Stella Maria, professoressa di Scienze Naturali, la condussero a Piombino, regno di Elisa “la Baciocca”, sorella di Napoleone.
In questa terra etrusca di mare, rocce, ferro e fuoco della siderurgia ha terminato all’età di diciassette anni il Liceo Classico, dove era suo insegnante di italiano e di latino il Prof. Elvio Natali, grande umanista e poeta, padre di Antonio Natali, ex direttore degli Uffizi.
Era bambina quando al ristorante incontrò Giorgio De Chirico e il critico d’arte Giorgio Falossi, allora allievo di Stella.
A Pisa si è laureata in lettere e poi per 33 anni ha abitato a Firenze di fronte al Giardino Corsini.
Firenze, la città che brucia l’anima, dove i più grandi maestri hanno illuminato l’umanità, è stata per Antonella una scuola severa di bellezza, armonia e perfezione formale.
A Firenze ha frequentato anche Medicina e Scienze Politiche, la prima Bottega di Gassman e per due anni i corsi di Drammaturgia di Edoardo De Filippo.
Poi nel suo lungo soggiorno romano ha anche scritto sceneggiature cinematografiche sotto la guida di Leo Benvenuti, Ugo Pirro e Tonino Valeri.
La sua anima creativa insaziabile l’ha spinta a viaggiare in tutta Europa fino a Istanbul, Mosca e Capo Nord, in America fino al Grand Canyon, e poi in Egitto, Tunisia e Marocco. Ha anche a lungo soggiornato a Londra, S. Francisco, New York, Lisbona, Malaga e Malta e ha visitato le più importanti esposizioni dei maggiori maestri d’ arte moderna e contemporanea. Da molti anni abita a Parigi e a Livorno, dove ha lo studio. Esponente della corrente pittorica lirico-spaziale, ha partecipato a innumerevoli prestigiose mostre personali e collettive nazionali e internazionali.
Ha pubblicato tre sillogi poetiche: “L’infinito dentro di noi”, “Laser” e “Iter”. Se si chiede ad Antonella di spiegare la sua pittura o la sua scrittura, lei risponde:
“Devono essere le mie opere a parlare!
Io posso con piacere e curiosità solo conversare con voi sulle storie ed i sentimenti degli uomini, sul mistero dell’esistenza, sulla bellezza del mondo e dei suoi colori, sulla meraviglia del Creato!”.

> Ordina il libro


Collana Le Perle
pp.68 €12.00
ISBN 978-88-591-5201-9

 
ebookIl libro è disponibile anche in versione e-book