Cristina Sansone - Una fanciulla in fiore immagine di copertina

Cristina Sansone

Una fanciulla in fiore


Cristina Sansone nasce a Napoli il 3 marzo di ventisette anni fa, nel meriggio inoltrato di una primavera anticipata. Nata sul mare, vive ora nell’entroterra di un paesino, tra la grazia e il tedio del vivere in provincia. Fin dalla tenera età, matura un naturale amore per la natura. Amore che nasce e rinvigorisce nel giardino dei nonni, nel quale trascorre un’infanzia assolata e spensierata, dove conosce i primi semi della Bellezza. Laureata a pieni voti alla facoltà di Lettere in conservazione dei Beni Culturali, è iscritta attualmente agli studi magistrali in Storia e Critica d’arte. Cristina alimenta la passione per la parola scritta, trovando terreno fertile nelle biblioteche, con le quali ha spesso collaborato, nelle librerie, nei chiostri e giardini. La innata capacità creativa, il desiderio di scoperta, la sua capacità di stupirsi, trovano libera espressione nell’attività del ricamo, nella fotografia, nel disegno e nella musica. Animatrice parrocchiale, svolge attività di volontariato sotto forma di art-therapy, dedicandosi, in modo particolare, ai più i piccoli.
È solo da qualche stagione, però, che la studentessa partenopea ha avvertito l’esigenza di scrivere. “La poesia viene a cercarti, è lei che ha bisogno di te per raccontarsi”. Se è vero, come scriveva Platone, che, al tocco dell’amore tutti diventano poeti, in Cristina è proprio l’amore ad averle fatto fiorire il cuore. Una sua poesia è stata pubblicata da Aletti Editore nell’antologia Autori Vari 2017. Credendo fermamente nel potere della parola, capace di librare e al contempo liberare, ha deciso di iniziare a scrivere proprio quando l’amore e le dinamiche della vita, le hanno sottratto le parole. La poesia è per lei un petalo di umanità in un campo minato. Nell’era dei sentimenti omologati, degli affetti ibernati, della comunicazione senza dialogo, in cui l’unico pericolo che senti veramente, è quello di non riuscire più a sentire niente; nell’era delle malinconie taciute, delle idee abortite, dei valori appassiti, delle speranze assopite - ritrovare le parole perse, dar voce alle emozioni, rieducare il cuore, dunque, scrivere poesie, Le è sembrato un atto rivoluzionario. Laddove il mondo non indugia a ferire, la parola, per Cristina, deve, fiorire.

> Ordina il libro


Collana Le Perle
pp.44 €12.00
ISBN 978-88-591-5205-7

 
ebookIl libro è disponibile anche in versione e-book