Stefano Carlaccini - Aspettando Godro’t immagine di copertina

Stefano Carlaccini

Aspettando Godro’t

Madre borghese, padre proletario - si diceva così un tempo, perdonatemi! - un fratello con cui condivido ancora tutte le vecchie speranze ora divenute soltanto sogni.
Frequentavo con passione, negli anni Sessanta, Biologia alla Sapienza di Roma, poi decidevo di passare a Sociologia e qui mi laureavo.
Già nel sessantanove entravo nel Movimento Studentesco, partecipando ad una lotta che pensavo, con tanti dei miei compagni, avrebbe dato calore allo sciocco mondo intorpidito. Invece no, una battaglia che pensavamo già vinta ci regalò una dura sconfitta senza appello.
Gli scritti che seguono sono una parte minima delle tante cose buttate giù, quasi ininterrottamente, dal millenovecentosettanta a oggi.
Così provo a concentrare in poche pagine emozioni, paure, speranze e voglie d’ogni tipo, sogni, riflessioni, lotte ipotetiche o fantastiche, passioni, tracce di storia vissuta, ingiustizia, società in movimento, sanità poco sana, vecchi dimenticati, guardoni civili, qualità della vita, malattia, soliloqui, solitudine, universo (o infinito?).
E chissà quanto altro.

> Ordina il libro


Collana Gli Emersi - Poesia
pp.56 €12.00
ISBN 978-88-591-4003-0


 
ebookIl libro è disponibile anche in versione e-book