Luigi Catalini - Zombi fritti all’ascolana immagine di copertina

Luigi Catalini

Zombi fritti all’ascolana

Luigi Catalini (19 giugno 1959), perito chimico; attualmente è in mobilità come lavoratore socialmente “in-utile” presso la Segreteria Didattica dell’Università di Camerino situata ad Ascoli Piceno. La sua storia lavorativa e di volontariato ultratrentennale, comprende ventinove tipologie di attività alquanto diverse tra loro, rivelatesi fallimentari dal punto di vista di una continuità lavorativa, ma utilissimi almeno per una crescita personale. È nato ad Ascoli Piceno e vive in questa città con la sua famiglia composta dalla moglie più giovane di tre anni, due figli maggiorenni, di cui una femmina di ventitré anni ed un maschio appena ventenne. Questo è il suo primo libro pubblicato e probabilmente sarà anche l’ultimo, in quanto già gli sembra incredibile averne messo su uno. Un libro che raccoglie una serie di esperienze difficili da vivere, tra cui la perdita del lavoro e ciò che ne consegue rispetto ai valori sociali. Probabilmente queste vicissitudini risultano oltremodo complicate anche da raccontare. Ma l’ha fatto lo stesso. Non gli sembrava il caso di nascondere la testa sotto la sabbia.
Oppure aspettare che cambiasse il vento per affrontare le tempeste disastrose piombate addosso sulla sua famiglia in modo improvviso e devastante.
Rimanere fermo e vedere gli eventi che ti travolgono non è nel suo costume.
La posta in gioco è altissima e vuole evitare di girarsi dall’altra parte, raccontando esattamente ogni verità, senza peli sulla lingua, senza preoccuparsi, forse magari anche inconsciamente, di pestare i calli a qualcuno.
La verità è figlia del tempo, “veritas filia temporis”; non ha colore politico o religioso, o altro. È una ed una sola, incontestabile; ed ha deciso di raccontarla come la si vive direttamente, anche sapendo che spesso conviene manipolarla o addirittura negarla!
Ha raccolto in questo libro tutti i fatti che sono accaduti durante il periodo più delicato della sua vita che all’improvviso si è trovata come appesa ad un filo posto tra due alture a 1000 metri di altezza senza riuscire a vedere neanche il punto fatale di arrivo coperto dalle nubi della disperazione! Aggiungiamoci poi la presenza di qualcuno che sta cercando anche di tagliare con le forbici quel filo già tremolante ed il quadro è completo! Tutti i racconti sono descritti da una persona in preda al panico che cerca di urlare al mondo intero il momento drammatico che sta vivendo e che sta impegnandosi a smascherare l’ipocrisia e le innumerevoli menzogne di coloro che contrastano la verità per fini personali e poco chiari.
Sa che qualcuno si sta scrollando di dosso i panni sudici dell’indifferenza e del parassitismo, e questo gli fa molto piacere. Lottare per la verità è molto faticoso, ma ne vale la pena perché è l’unico modo per non finire come zombi destinati inevitabilmente al macello sociale.

> Ordina il libro


Collana Gli Emersi - Narrativa
pp.160 €12.00
ISBN 978-88-591-3969-0


 
ebookIl libro è disponibile anche in versione e-book