Simone Cavellini - Il buio è fragile immagine di copertina

Simone Cavellini

Il buio è fragile

Eri al buio e avevi la sensazione di non essere solo.
Hai acceso la luce scoprendo con orrore che avevi ragione.
La luce si spegne, e ora hai la certezza di non essere solo.

Spesso il buio può fare paura, ma la luce può farne anche di più.
Una misteriosa villa piena di specchi; uno strano diluvio universale; una fatina malvagia che corrompe un pensionato con i suoi doni; una roccia nel bosco che nasconde un terrificante significato. Il filo conduttore che unisce queste e altre storie è la palese fragilità del buio, la sua propensione a diradarsi al minimo bagliore. Perché il buio è più fragile del cristallo: se per rompere quest'ultimo serve un impatto, per il primo basta un semplice raggio di luce.

Simone Cavellini (14/03/1983) è nato e vive con la sua compagna a La Spezia. Scrittore, lettore, scacchista e appassionato di videogiochi. Scrive fin dall'età di quattordici anni, confezionando racconti, romanzi, librogame, mai pubblicati, e articoli per riviste, questi ultimi come ghostwriter. Tra i suoi autori “musa” spiccano Howard Phillips Lovecraft, Stephen King e Neil Gaiman. Il buio è fragile-undici storie che temono la luce è il suo primo libro pubblicato ufficialmente.

> Ordina il libro


Collana Gli Emersi - Narrativa
pp.216 €12.00
ISBN 978-88-591-4056-6

 
ebookIl libro è disponibile anche in versione e-book