Copertina del libro di Maria Teresa Barnabei Bonaduce - Una voce di vento, Aletti Editore immagine di copertina

Maria Teresa Barnabei Bonaduce


Una voce di vento

Il vento Ŕ un cavallo,
senti come corre
per il mare, per il cielo

P. Neruda


Nessun fenomeno della natura, pi¨ del vento, riesce a rappresentare l'evolversi della vita. ╚ il movimento, il cuore del vento che, sul piano fisico, accumula e dissolve nuvole, trasporta oggetti, solleva e fa precipitare acque e, dunque, modifica paesaggi e condizioni annullando ogni staticitÓ. Simbolicamente il vento pu˛ rappresentare il movimento esistenziale, a volte imponderabile, spesso irrefrenabile, che scompone situazioni date. Penetra nei cuori e nelle vite, suscita mutamenti radicali e non, dÓ inizio a percorsi nuovi del vivere. Pu˛ essere un incontro o una notizia o un sentimento a determinare queste raffiche che ci sconvolgono e vivificano.
╚ stata questa convinzione a collegare in una specie di filo unitario i tredici racconti di questa raccolta. E, non a caso, essa inizia con la sezione dei migrantes che nel panorama contemporaneo movimentano il mondo globale. Ma anche le connotazioni specifiche dei tempi, da quelli primordiali a quelli quotidiani, o i sentimenti delle persone, dalla delusione alla solidarietÓ, contribuiscono a creare questi movimenti che, come ha scritto Neruda a proposito del vento, galoppano dentro la vita degli uomini sopra la terra.


> Ordina il libro


Il libro è disponibile anche in versione e-book a €5,49


Collana Gli Emersi - Narrativa
pp.144 €14,00

ISBN
978-88-591-0711-8